ChiudiChiudi

Chi siamo

14,5 mld

+45 GWh/a

200 mln

di investimenti al 2038 per ammodernamento e manutenzione della rete
di energia verde grazie all'installazione di pannelli fotovoltaici
di investimenti per il digitale

Piano Strategico di Trasformazione

Il Piano Industriale 2020-2024 comporta una trasformazione profonda di Autostrade per l’Italia che nei prossimi quattro anni punta a diventare un operatore integrato di mobilità di livello europeo.

  • gestione integrata del ciclo di vita delle infrastrutture attraverso una logica industriale basata su ricerca, ingegneria, costruzioni, esercizio e manutenzione delle opere;
  • nuovo assetto organizzativo che vede la trasformazione o la nascita di nuove società controllate per presidiare i piani strategici di sviluppo;
  • rilevanti investimenti sul fronte della sostenibilità con l’installazione di stazioni di ricarica ad alto voltaggio per la mobilità elettrica e aumento della produzione di energie rinnovabili;
  • investimenti in innovazione tecnologica, per fornire servizi digitali ai viaggiatori e aumentare la sicurezza e il comfort del viaggio;
  • piani di assunzioni tra i più rilevanti del Paese che, nel giro dei prossimi 3 anni, porterà all’ingresso di oltre 2.900 ingegneri, tecnici, ricercatori.

I 7 pilastri del Piano Strategico di Trasformazione

La nuova Autostrade per l'Italia

Nasce un leader nazionale nella gestione integrata del ciclo di vita delle infrastrutture.

Movyon

Per consolidare la leadership in soluzioni tecnologiche e sistemi innovativi

Player di eccellenza

attivo sul mercato nazionale e internazionale

Tecne

Per progetti ingegneristici chiave nell’evoluzione della rete di trasporto

Servizi innovativi

offerta ai viaggiatori anche nei sistemi da mobilità urbani

Nuova Pavimental

Per consolidare la propria posizione sul mercato italiano nelle costruzioni e manutenzioni

Innovazione e ricerca

applicata all’ingegneria per la trasformazione in infrastruttura “smart”

Free to X

Per offrire servizi innovativi ai viaggiatori

Sostenibilità

al centro della creazione del valore

Posti di lavoro

2.900 nuovi posti di lavoro

I numeri

In miliardi di euro entro il 2038.

14,5 mld € (1)

Investimenti
di cui 9,4 in Nuove Opere

7 mld €

Manutenzione
(1) 13,2 miliardi di euro inclusi nel Piano Economico Finanziario e 1,3 miliardi di euro aggiuntivi

Obiettivi strategici

Sostenibilità ambientale

Green infrastructure

Installazione di nuovi pannelli fotovoltaici (+45GWh/a di energia "verde")

Infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici (67 aree di servizio già approvate da MIMS).

Interventi di rimboschimentodelle aree in gestione.

"Design-to-Sustainability"

Allineamento degli standard di realizzazione e manutenzione delle esigenze di resilienza legate al cambiamento climatico.

Fattori tecnici "k" specifici sulla sostenibilità per le gare di acquisto di servizi e materiale.

Efficienza energetica

Ampio portafoglio di iniziative già attive (ad esempio installazione di 30.000 LED a basso consumo e alte prestazioni nelle gallerie).

Innovazione e ricerca applicata

Team di Ricerca e Innovazione

Costituzione di team permanenti cross-funzionali, con il ruolo di orchestrare le priorità e il funnel di sviluppo per l'innovazione del Gruppo.

Open Innovation

Istituzionalizzazione di un network formale con enti di ricerca, start-up, incubatori, ecc. Primi accordi già attivi: Politecnico di Milano.

Eccellenza interna

Ruolo trasversale di Movyon (rispetto alle business line di Autostrade Per l’Italia) per la ricerca e lo sviluppo di progetti e soluzioni proprietarie.

Piano di delivery

Si prevede di realizzare una rivoluzione strutturale dei sistemi di cura, gestione e manutenzione della rete, realizzata attraverso un percorso di rinnovamento profondo dell'azienda e l'implementazione di nuovi standard, a livello nazionale per la gestione a medio-lungo termine dell'infrastruttura.

Piano di delivery da 21,5 mld euro al 2038

(1) Le regioni fanno riferimento alla Direzione di Tronco
(2) Ordinaria, non ricorrente (non include Polecevera) e internalizzate
(3) Da Piano Economico Finanziario

Focus 2020

Il Piano già nel 2020 ha prodotto un rilevante turnaround sul fronte delle attività di sorveglianza e monitoraggio della rete, affidate stabilmente a un consorzio di società indipendenti di livello internazionale, individuate tramite una gara europea.

Effettuate 19.000 ispezioni su ponti, viadotti, cavalcavia, gallerie.
Lanciata "Argo", una piattaforma di monitoraggio unica a livello europeo, basata su strumenti di Intelligenza Artificiale, viadotti, cavalcavia, gallerie.
Realizzate attività di manutenzione per circa 680 milioni di euro, oltre il doppio rispetto alla media del 2017-2019.
Fortemente rinnovata la squadra manageriale della Società, introducendo competenze di rilievo internazionale in più aree.

Il programma “NEXT” a 360°

Next nasce come programma di attuazione, deployment e divulgazione dei pilastri del Piano Strategico di Trasformazione.

Iniziative per la digitalizzazione di processi e servizi, trasformazione della rete in infrastruttura “smart” attraverso le tecnologie più avanzate
Iniziative riguardanti il mondo delle Risorse Umane, in particolare programmi di Induction e on-boarding delle nuove risorse di Autostrade
Mappatura di processi, responsabilità, rischi, precedure per creare un sistema unico con l’obiettivo di assicurare una piena eccellenza operativa
Partnership e collaborazioni con le eccellenze universitarie italiane per garantire la miglior offerta formativa per tutti i dipendenti del gruppo
Rafforzamento e condivisione delle iniziative della Safety Academy ASPI all’interno del perimetro HSE (Health, Safety & Environment)
Condivisione della trasformazione a livello comunicativo e informativo attraverso strumenti e canali, sia interni che sull’intero territorio

Il Gruppo Autostrade

Numeri chiave

La rete più estesa d’Europa

2.855 km

di rete autostradale

2,7 mln

clienti al giorno

2,1 mln

di veicoli al giorno

16

autostrade a pedaggio

Principali dati economico-finanziari consolidati 2020

I risultati del 2020 sono stati fortemente condizionati dagli effetti dell’emergenza sanitaria che ha col- pito il Paese da febbraio 2020, dal conseguente impatto sui ricavi da traffico, dagli ulteriori accantona- menti effettuati, anche a fronte del possibile accordo transattivo con il Governo, nonché dall’incremento delle attività di manutenzione.

3.030 mln €

totale ricavi operativi

629 mln €

EBITDA

-43 mln €

EBIT

-538 mln €

risultato prima delle imposte delle attività operative in funzionamento

-409 mln €

utile/(perdita) dell'esercizio

-407 mln €

utile/(perdita) dell'esercizio di pertinenza del Gruppo

517 mln €

Cash Flow Operativo

575 mln €

investimenti operativi

1.842 mln €

patrimonio netto

1.488 mln €

patrimonio netto di pertinenza del Gruppo

8.557 mln €

indebitamento finanziario netto

1.250 mln €

importo nominale del prestito obbligazionario emesso a dicembre 2020

Organigramma

(1) Veicolo societario partecipato da Allianz Group, EDF Invest e DIF.
(2) La percentuale di partecipazione al capitale sociale è riferita al totale delle azioni in circolazione.
(3) La percentuale di partecipazione al capitale sociale è riferita al totale delle azioni in circolazione, mentre la percentuale di voto, riferita alle azioni con diritto di voto in assemblea ordinaria, è pari al 58,00%.

Le concessionarie autostradali

(1) La legge n. 8/2020 di conversione del c.d. Decreto Milleproroghe ha introdotto una disposizione che prevede la gestione da parte della SAT fino al 31 ottobre 2028 delle tratte autostradali dell’A12 già aperte al traffico (Livorno-Grosseto-Civitavecchia); Società Autostrade Tirrenica ha presentato ricorso al TAR Lazio per l’accertamento della validità e vigenza delle clausole della Convenzione Unica regolatrice della concessione di società Autostrada Tirrenica che attualmente stabilisce la scadenza della concessione nel 2046.
(2) In conformità a quanto stabilito dalla Convenzione e nelle more dell’esito della gara di affidamento Autostrade Meridionali sta proseguendo nella gestione dell’infrastruttura.

Il Contesto

Il contesto in cui opera Autostrade per l’Italia è in forte evoluzione e caratterizzato dal bisogno-opportunità di un rinnovamento radicale del tessuto infrastrutturale stradale.

Sicurezza

  • investimenti infrastrutturali minori in Italia rispetto alla media europea: 0,2% PIL vs. 0,4%
  • crescente fragilità del territorio italiano: circa 7.000 comuni in aree a rischio frane/dissesto idrogeologico
  • età media rete Autostrade per l’Italia di circa 50 anni

Crescente disponibilità di infrastrutture digitali

  • 550 mld euro di investimenti in smart road stimati al 2025 nel mondo
  • 30% della rete autostradale "connessa" al 2030 attraverso sensori e tecnologie 5G

Cambio del paradigma di trasporto

Accelerato dalle implicazioni della crisi Covid-19

  • nuove abitudini di mobilità per effetto dello smart-working
  • aumento dei veicoli condivisi ed elettrificazione del parco circolante: 10% del totale entro il 2030
  • traffico merci condizionato dalla penetrazione dell’e-commerce e dall’introduzione di veicoli autonomi